Il matrimonio Eco Friendly | Marita Campanella | Wedding Planner Puglia

Il matrimonio Eco Friendly

Il matrimonio Eco Friendly

Il matrimonio è ancora il giorno più bello della vita? O i tempi sono cambiati? Forse, non è più la storia di Cenerentola a dettare legge o a ispirare le future spose, né tanto meno si pretende che lo sposo arrivi in groppa a un fiero destriero bianco!

 

Un cambiamento si può, però, riscontrare in alcune scelte più consapevoli che possono essere prese dagli sposi. Queste partono dalla coscienza che ogni nostra azione è un piccolo tassello per un grande cambiamento: è per questo che voglio raccontarvi come organizzare un matrimonio nel totale rispetto dell’ambiente!

Gli abiti

Matrimonio eco-friedly 1

La sposa può scegliere di evitare l’acquisto di abiti costosissimi da usare una sola volta, preferendo vestiti cmunque eleganti e raffinati ma realizzati a mano con tessuti naturali, tipo canapa, lino o la seta e colorati con tinture che non danneggiano l’ambiente. Consiglio in questo caso le splendide creazioni della stilista francese Caroline Lindenlaub .

Ma perché, inoltre, non usare l’abito da sposa della mamma? Non c’è miglior modo per onorare la famiglia!

La location

In un matrimonio eco-green, il contatto con la natura è essenziale. La scelta del luogo è importante purché non si opti per dei location che, nel caso di celebrazioni all’aperto, potrebbero essere danneggiati dalla presenza massiccia di tanti ospiti. Vi sono anche degli Hotel che scelgono sistemi di certificazioni eco-sostenibili.

Per quanto riguarda gli allestimenti, i fiori potrebbero essere validamente sostituiti dall’uso creativo di stoffe colorate, a mò di drappi appesi, realizzati con morbido tulle e comunque riutilizzabili dopo il ricevimento. Queste arricchiranno l’ambiente ma eviteranno che tanti fiori vengano gettati dopo un utilizzo di poche ore.

Il bouquet

La tendenza “verde” più attuale è sostituire il bouquet con mazzi non floreali, realizzati ad esempio con  nastri colorati, bottoni preziosi, oggetti che appartengono alla tradizione della propria famiglia come ad esempio un antico cameo della nonna.

Il banchetto

Ogni cerimonia che si rispetti è accompagnata da un momento di conviviale condivisione, spesso rappresentato dallo scorrere di innumerevoli portate che appesantiscono gli stomaci degli invitati. Il menù nuziale potrebbe però essere sostituito con lo stesso successo da un ricco ma non esagerato buffet proposto con prodotti rigorosamente biologici. La scelta potrebbe essere vegetariana ma non necessariamente effettuata in maniera rigorosa. Sicuramente tutti i prodotti dovranno essere a km 0!

Bicchieri e tovagliette, soprattutto se il ricevimento è all’aperto, potranno essere compostabili ma mantenendo sempre un design raffinato. Per quanto riguarda l’illuminazione si potrebbe optare per una location illuminata completamene con candele: una scelta romantica ma soprattutto eco-sostenibile.
matrimonio eco-friendly
Una chicca?
Donate la restante parte del banchetto, ovviamente escludendo la parte non consumata dagli ospiti, alle associazioni di beneficienza che riceveranno con gioia provigioni per le loro mense! Sarà un momento di festa anche per chi è meno abbiente.

 

Le bomboniereMatrimonio eco-friedly 3

Non c’è matrimonio che non lasci un piccolo ricordo agli ospiti che vi hanno preso parte. Messi da parte i classici e ormai vetusti soprammobili, oggi è meglio optare per qualcosa di utile e magari di…vivo! Ecco che ultimamente si sono imposte sul mercato graditissime piantine da distribuire come bomboniere, le migliori sono le cactacee, adatte anche a chi non possiede pollice verde.
Se ci si vuole muovere in campo enogastronomico, allora sarà ottima una buona bottiglia di vino locale, personalizzata con etichetta indicante il nome degli sposi e la data. Sono di grande moda anche i vasetti di ogni genere, dal miele allo zucchero aromatizzato.
Insomma scatenate la fantasia, non c’è che l’imbarazzo della scelta!

 

Per concludere, il matrimonio eco-green è totalmente ecosostenibile, senza sprechi né eccessi, svolgendosi in armonia con l’ambiente e contro gli sprechi! Quale modo migliore per celebrare l’amore?

 

Le foto in copertina e quella del banchetto appartengono a: Francesco Russotto