La perfetta mise en place | Marita Campanella | Wedding Planner Puglia

La perfetta mise en place

mise en place

La perfetta mise en place

Alcuni consigli utili per una mise en place perfetta nel giorno più importante della vostra vita.

Nel giorno delle nozze nulla deve e può essere lasciato al caso ma ogni scelta, ogni piccolo dettaglio va ponderato e studiato. Un giorno così importante e, almeno si auspica, irripetibile dovrà rimanere impresso nella mente non solo degli sposi, ma anche delle rispettive famiglie e degli invitati. E se spesso si tende a dedicare moltissimo tempo alla scelta dell’abito, degli addobbi floreali, della location, della chiesa e del menù di nozze non dimenticate che un ruolo centrale assume la mise en place, considerando il fatto che ben tre/quattro ore dell’intera cerimonia si svolgerà a tavola, tra una portata e l’altra, un intervallo musicale e la simpatica incursione di qualche animatore.

Una cosa è certa: qualunque siano le vostre preferenze, la mise en place deve rispecchiare il vostro carattere, lo stile e il tema scelto per le nozze. Niente stravaganze in tavola quindi per chi ha deciso di celebrare un matrimonio sobrio ed elegante e viceversa via libera alla fantasia per chi invece ha pensato ad un matrimonio fuori dalle convenzioni e dagli schemi.

Consigli utili per una wedding mise en place perfetta

L’occhio decisamente vuole la sua parte, ma per un risultato che lasci gli invitati, oltre che esteticamente colpiti anche soddisfatti, è necessario saper organizzare bene gli spazi all’interno della sala. Risulta quindi fondamentale lasciare uno spazio di almeno due metri tra un tavolo e un altro e di un metro e mezzo tra il tavolo e il muro, se il tavolo in questione è posizionato in prossimità di una parete.

Tutto questo renderà, sia agli invitati che al personale di sala, agevole e comodo il passaggio. Andiamo ora al tavolo, ci sono coppie che preferiscono tavoli rotondi e altri lunghe tavolate rettangolari. Seppure appare preferibile la prima soluzione, queste rimangono scelte rimesse alla discrezionalità dei futuri sposi, ma ci sono due elementi che, in entrambi i casi, vanno sempre considerati:

– il sostegno del tavolo che deve essere rigorosamente centrale perché permette agli inviatati di stare comodamente seduti;

– gli spazi tra un posto a sedere all’altro. L’effetto visivo di invitati appiccicati gli uni agli altri o esageratamente distanti va assolutamente evitato. É consigliabile quindi lasciare circa sessanta centimetri di distanza tra un piatto e un’altro.

mise_en_place

Le tovaglie sono decisamente quelle che tra le prime cose balzano agli occhi degli invitati. Per un effetto estetico gradevole è necessario che non siano nè corte ma neanche esageratamente lunghe, assolutamente da evitare i tessuti sintetici che non assorbono, sono pessimi da vedere e brutti al tatto e per quanto riguarda i colori si può optare per dei colori più sobri o eleganti, se il vostro è un matrimonio classico, o sbizzarrirsi dando libero sfogo alla fantasia con colori più accesi o il colore scelto come tema delle nozze. Attenzione anche all’arredamento e al tipo di pavimentazione, ad esempio in caso arredamento e pavimentazione scura sarebbe opportuno scegliere tovaglie dai toni chiari e luminosi.

I tovaglioli, dello stesso colore e tessuto della tovaglia, devono essere posti al centro del piatto, legati magari con dei nastrini colorati o piegati a tasca con dentro il menù del banchetto nuziale. Da scartare i tovaglioli legati a cravatta o a fisarmonica perché un pò arretrati e passati ormai di moda.

mise_en_place

Per ultimo, ma di primaria importanza, per una mise en place impeccabile è il centrotavola che deve risultare rigorosamente in armonia con il tema e lo stile delle nozze. Oltre all’estetica vanno considerate anche le proporzioni. Un centrotavola esteticamente attraente deve necessariamente essere anche proporzionato all’ampiezza del tavolo e consentire ai commensali di poter dialogare guardandosi tranquillamente in faccia.

La mise en place perfetta per ogni stile di nozze

Per un matrimonio classico ed elegante anche la mise en place deve essere all’altezza della situazione. Il tovagliato in cotone dai colori pastello che richiamino i fiori utilizzati per gli addobbi floreali, le posate in acciaio o argento e i bicchieri in vetro corrispondono perfettamente ai tre requisiti richiesti per questo tipo di matrimonio: semplicità, eleganza e sobrietà. La palette? Totalmente bianca, ma anche nelle sfumature del rosa o verde tiffany.

Per un matrimonio tema mare bisogna pensare ad una mise en place in armonia con il tema scelto ma allo stesso tempo originale e raffinata, adatta all’occasione. Il tovagliato deve richiamare i colori del mare, generalmente predominano il bianco e il blu, con l’utilizzo di conchiglie, coralli e stelle marine che vanno ad adornare il centrotavola.

mise_en_place

 

Per un matrimonio country non c’è niente di meglio che un tovagliato in lino beige o tortora, oppure in juta per un effetto ancora più rustico, sottopiatti in vimini e centrotavola composti da fiori di campo.

Per un matrimonio dal gusto retrò largo spazio a tovaglie e tovaglioli in pizzo o ricamati, bicchieri di cristallo, piatti in porcellana stile inglese e centrotavola realizzati con teiere, scatole di latta e vasi vintage.

Spero di aver spiegato al meglio come organizzare i tavoli degli invitati in modo che siano esteticamente attraenti e in armonia con l’ambiente circostante ma anche funzionali e comodi. E voi che ne pensate?