Castle Wedding: tra medioevo e amore magico | Marita Campanella | Wedding Planner Puglia

Castle Wedding: tra medioevo e amore magico

castle wedding

Castle Wedding: tra medioevo e amore magico

Giovani, provenienti da due culture e paesi differenti ma con in comune l’amore folle dell’uno verso l’altro coronato in un castle wedding. I miei bellissimi Anna e Alessio lo scorso weekend hanno giurato amore eterno in una location intrisa di storia e suggestione nei pressi di Verona.

Montecchi e Capuleti, le due principali famiglie di Verona, sono acerrime nemiche. Romeo Montecchi, mentre partecipa mascherato ad una festa nella casa dei Capuleti, scopre quel che sia la vera passione alla vista di Giulietta. Dopo la festa, in cui i giovani si sono incontrati accendendosi di reciproco amore…

Così Anna, il cui candore della pella racconta le sue matrici polacche, incontra Alessio, orgogliosamente appartenente al corpo dell’Aereonatica Militare, a Grosseto e tra i due fu subito amore. Nessuna diatriba familiare come Montecchi e Capuleti ma in comune, con Romeo e Giulietta, è un sentimento forte che li rende subito complici e vogliosi di convolare a nozze.

Il posto non poteva essere comune, doveva racchiudere e amplificare la grandiosità del loro sentimento così la scelta ricade su un castle wedding. Il castello scelto dalla coppia è stato il meraviglioso Castello Medievale di Bevilacqua.

Questa location meravigliosa, fu costruita nel 1336 da Guglielmo Bevilacqua, abile commerciante di legname, e completato dal figlio Francesco, protagonista della politica scaligera in qualità di ambasciatore, per conto degli Scaligeri. Il castello fu concepito come fortezza per difendersi dalle signorie confinanti.

Venne gravemente danneggiato all’epoca della Lega di Cambrai e nel 1532 fu sistemato e trasformato in una residenza nobiliare dall’architetto Sanmicheli. Rimodernato nel 1756 da Gaetano Ippolito Bevilacqua, dopo nemmeno un secolo, e precisamente nel 1848, venne dato alle fiamme dall’esercito austriaco. Fu così restaurato ed abbellito dalla contessa Felicita Bevilacqua e dal marito il Generale Giuseppe ma gli aneddoti che si susseguirono furono molti.

Durante gli ultimi decenni, grazie ad una attenta opera di ristrutturazione, il castello ha riacquistato l’antico splendore. I suggestivi saloni e l’ampio parco sono sede di spettacoli teatrali, concerti e di interessanti manifestazioni in costume quali la Festa Medievale di Primavera e Il Capodanno Medievale ovvero di meravigliosi matrimoni a tema e non solo.

Così anche Anna e Alessio, che hanno voluto ricordare nel design matrimoniale lo stile del medioevo senza estremizzarlo troppo, optando, quindi, per un castle wedding theme elegante con lievi evocazioni alle linee storiche, già marcate, del Castello Bevilacqua.

I due sposi hanno scambiato le loro promesse coniugali dinanzi alla luce delle candele, celebrando il rito della luce di cui vi ho parlato in uno dei miei ultimi articoli dedicato ai riti simbolici e inutile che vi nasconda che ho trattenuto con difficoltà le lacrime. All’uscita dalla sala ove si è celebrato il rito, gli sposi sono stati accolti dai colleghi di Alessio che in alta uniforme hanno salutato gli sposi con uno scenografico picchetto d’onore. Bellissimi, davvero!

La festa è proseguita regolarmente con cena, taglio torta e party e come ogni storia che mi accingo a raccontare quando seguo la preparazione di un matrimonio, anche l’amore di Anna & Alessio ha preso un pezzettino del mio cuore e non posso che augurare loro la migliore e lunga vita insieme fatta di felicità e supporto reciproco.

A loro, faccio ancora tanti auguri.